logo
 

Liporiduzione non chirurgica

 

Contattaci per informazioni sui trattamenti di liporiduzione non chirurgica

Liporiduzione non chirurgica

Liporiduzione non chirurgica

La fosfatidilcolina deriva dalla lecitina di soia, per questo spesso viene chiamata anche Lecitina. È un importante costituente delle membrane di cui sono rivestite le nostre cellule, garantisce la loro integrità fisiologica e svolge un azione fluidificante su di esse. È una molecola coinvolta nella sintesi e nel trasporto ematico delle lipoproteine.
Questa sostanza è in grado di sciogliere il grasso con il solo contatto e già dai primi anni '70 veniva utilizzata nel trattamento delle dislipidemie e dell'aterosclerosi. Solo recentemente si è scoperto l'importante utilizzo anche in campo estetico. Proposta per il trattamento delle "adiposità localizzate", la fosfatidilcolina, assieme ad altre sostanze, viene iniettata nel tessuto adiposo e va a sciogliere i grassi presenti nelle cellule adipose.

 

Il trattamento viene descritto per la prima volta nel 2001 nella rivista "American Society for Dermatologic" dalla Dr.ssa Patricia Ritters, e se ne sentirà sempre più parlare anche in trasmissioni e riviste italiane, con interventi di relatori e società mediche italiane di medicina e di chirurgia estetica.


Studi scientifici dimostrano la capacità di tale molecola di ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi, nonchè di aumentare la sensibiltà dei ricettori di membrana all'insulina, aumentando la lipolisi. In Italia fin dagli inizi veniva utilizzata per risolvere casi di embolia adiposa, senza riscontrare particolari complicazioni. 
Essendo una molecola che si trova già nel nostro organismo è completamente bio-compatibile e non sono necessari quindi test preliminari o allergologici.

 

Con la fosfatidilcolina vengono trattate le zone di:
- addome
- fianchi
- cosce
- doppio mento
- regioni laterali delle ascelle
- pieghe dorsali
- lipomi
- ginecomastia a componente adiposa

 

Modalità della liporiduzione non chirurgica

Già dopo 3/4 sedute è possibile riscontrare dei risultati. Tra un intervento e l'altro è consigliato un intervello di circa un mese, per permettere al farmaco iniettato di fare la sua azione.

 

Dopo il trattamento è possibile che si presentino piccoli ematomi dovuti al trauma iniettivo e alla sostanza introdotta, che trovano sfogo nel giro di qualche giorno.
Già da subito è possibile riprendere la normale attività lavorativa; mentre per l'esposizione al sole e per l'attività sportiva conviene aspettare circa una settimana.
A fine intervento viene spalmata una crema, che può essere continuata anche a casa, per agevolare l'integrità cutanea a allevia i disturbi.

 

Con i trattamenti di fosfatidilconina è possibile intervenire su più zone, dove si presenta accumulo di tessuto adiposo.   

 

Contattaci per informazioni sui nostri costi di liporiduzione non chirurgica


Novità

Instant Volume Lip
Il rossetto che in soli 15 minuti regala il 25% in più di volume, grazie alle nuove tecnologie. dettaglio »

Firenze e dermatologia estetica
Firenze si conferma centro d’eccellenza nel campo della dermatologia estetica dettaglio »

USA, nuova tecnica contro l'obesitÓ
In America nuove controversie su uno dei metodi più discussi contro l'obesità. dettaglio »

Centro chirurgia estetica - info@centrochirurgiaestetica.com

Centro Chirurgia Estetica © Site by Site - P.iva 04051730283


Il Centro Chirurgia Estetica Ŕ in grado di gestire le richieste provenienti da: